Via Postumia

Di seguito riportiamo integralmente la prima parte di quanto ci è pervenuto in merito a questo bellissimo lavoro. A breve caricheremo le tracce nelle nostre mappe e, in collaborazione con chi questo percorso l’ha costruito, valuteremo se e come inserirlo  all’interno del tracciato TI. A nostro avviso, da una prima analisi, si presta ad una moltitudine di sviluppi. Il nostro lavoro consiste anche nel dare continuità ai percorsi sfruttando tutte le sinergie possibili.

Cattura

Di seguito una parte del testo originale, in fondo all’articolo potete scaricare il testo completo.

 

VIA POSTUMIA
Un cammino per esser tale deve essere
1)adatto a chi cammina
2)percorribile in bici o a cavallo
deve avere accoglienze possibilmente pellegrine, max 30 euro a notte per il pernotto.(lavoreremo per
abbassarle ancora)
deve unire luoghi ricchi di spiritualita’,storia,arte,cultura
deve esser fatto con l’ottica di creare una microeconomia per i locali , magari creando posti di lavoro,
indi per cui ricchezza materiale e immateriale.
questo cammino non ricalca la strada consolare, ma vuole dare la possibilita’ di andare verso Santiago
de Compostela partendo da casa. Sarà un cammino di condivisione che andrà da est(Aquileia) a ovest
(Genova) intersecando diversi cammini italiani, quindi anche utile nei nostri presupposti per far
conoscere questi:
ad Aquileia partiremo insieme al Cammino Celeste
a Castelfranco Veneto ci collegheremo al Cammino di Sant’antonio
a Piacenza intersecheremo la Via Francigena
a Canneto Pavese intersecheremo la Via degli Abati
a Volpedo intersecheremo il Cammino di Sant’Agostino
a Genova ci uniremo alla Via della Costa Ligure.
La Via Postumia vuole essere un cammino verso Santiago , per unire il Cammino de Santiago
Sloveno(jakobova pot) alla via Tolosana mediante il GR653A da Mentone ad Arles.
Vuole essere un cammino di condivisione, di spirito attivo e costruttivo, vuole essere come ogni
cammino veicolo di gioia e fratellanza.
buon cammino a tutti
la nostra volonta’ e’ in primis coinvolgere i locali , per cio’ che riguarda la sentieristica, le accoglienze e
la voglia di fare vivere il proprio territorio con occhi diversi ai pellegrini che verranno .
io e stefano ringraziamo tutti e siamo prontissimi a fare i sopralluoghi e il lavoro che ci sara’ da fare con
voi .
la segnaletica verra’ a tempo debito , ovvero quando saremo sicuri di ogni tappa ,la avremo percorsa
insieme e avremo una accoglienza , di qualsiasi tipo invariabile nel tempo .
grazie a tutti

Clicca QUI per scaricare il testo completo!!

Condividi

by Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *